Biblioteca del Vascello

Robert Louis Stevenson

St. Ives

o Le avventure di un prigioniero francese in Inghilterra

pagine 416
euro 18
genere: Narrativa straniera
pubblicato: 2021
ISBN 9788872747094


compra questo libro sul sito 365bookmark

Il libro

A cura di Marco Catucci

Il cavalleresco e impetuoso visconte Anne de Keroual de St. Ives, catturato dagli Inglesi durante le guerre napoleoniche, evade dal castello di Edimburgo.
Fughe, inseguimenti, trappole e duelli attendono il giovane ufficiale francese che vuole riconquistare la libertà perduta e ritrovare la donna bionda e gentile di cui si è innamorato durante la prigionia. L’ultimo grande romance di Robert Louis Stevenson.
Robert Louis Stevenson

Illustrazioni di Ezio Castellucci

Rassegna stampa

“Da noi è scomparso dopo un’edizione di inizio secolo, come un fantasma. La recupera ora l’editore Robin, in quella «biblioteca del vascello» che si dedica appunto a questo lavoro meritorio, con restituzioni spesso sorprendenti di opere rilevanti e scomparse, corredate da introduzioni e illustrazioni (in questo, le tavole disegnate da Ezio Castellucci nel 1906).”
Lastampa.it, Mario Baudino
Leggi tutta la recensione

“St. Ives è un classico romanzo d’avventura, del tutto picaresco e un po’ alla Tobias Smollet (quello di Roderick Random), in cui sono narrate le gesta del visconte Anne de Keroual de St. Ives, un giovane e affascinante soldato di Napoleone catturato in guerra dagli inglesi e imprigionato nel castello di Edimburgo.”
Il Mattino, Massimo Novelli, 8/04/2021

“Un vero fuoco d’artificio di avventure in trenta capitoli, venne completato dal romanziere Arthur Quiller-Couch, nessuno osò terminare il prezioso frammento di Weir, che molti ritengono l’apice dell’arte di Stevenson, alla stregua di certi capolavori mutili della statuaria classica: solo nove capitoli che narrano sia il contrasto tra il sensibile Archie e suo padre, giudice intransigente nel condannare i colpevoli, sia la burrascosa storia d’amore intrecciata dal giovane con l’affascinante Kristie. Con una più viva comprensione e caratterizzazione dei personaggi, anche di quelli femminili, rispetto ai precedenti lavori.”
Città Nuova, Oreste Paliotti
Leggi tutta la recensione