VinciRobin

Il concorso

A chi manderà il racconto breve (max 20 righe) contenente al suo interno tutti i titoli dei libri annunciati nella nostra newsletter, e che risulterà essere il preferito dalla redazione, invieremo una copia di ognuno dei suddetti libri (tutte le spese sono a nostro carico).

Per partecipare devi avere ricevuto almeno una Newsletter, per cui affrettati a iscriverti cliccando qui oppure utilizzando il link che trovi sulla Home Page del sito.

L'indirizzo email al quale inviare il testo del vostro racconto è


Vincitore Aprile 2006

 

Daniele Vannini

Bella roba. Non c’era verso di vincere. E sì che ci aveva provato sul serio. Il fatto era che le sue erano tutte cosette d’atmosfera, né capo né coda, mica storielle vere, di quelle con una trama. D’altra parte come fai a scrivere una storia in venti righe? Hai voglia di essere stringato! E poi come li metteva insieme quei titoli sconnessi? Quelli mica scrivevano, che so, i promessi sposi, oppure Giulietta e Romeo. Macchè. Dovevano scrivere cose come DINOSAURI DI PLASTICA ROSA, APPUNTI PER UN FILM AMATORIALE, ULTIMATUM, IL CARRETTO FANTASMA o anche FUORI PROGRAMMA. Mettila un po’ insieme questa roba qua! Che poteva scrivere uno scrittore senza idee? I sette dinosauri di plastica rosa, petrolieri in viaggio di piacere su un carretto fantasma, prendevano appunti per un film amatoriale quando Bush fece loro un ultimatum fuori programma e poi li bombardò prima che riuscissero a dire ciao? No, faceva schifo, lo capiva da solo. Però, che fare? Già era poco convinto del romanzo che aveva scritto, già pensava che il suo libro non lo avrebbe letto nessuno e ora neppure riusciva a vincere quei quattro libri premio tanto per consolarsi un poco e far vedere che qualcosa valeva! Qui, se non li comprava i libri, non leggeva proprio nulla! Si ha un bel dire, ma come fa un povero scrittore (o si dice uno scrittore povero?) a conservare un minimo di autostima?