Robin&sons

Anna Bigoni

Acqua dolce, acqua salata Fresh water, salt water

Dove il Po incontra il mare Where the river Po meets the sea

pagine 200
euro 20
genere: Poesia bilingue
pubblicato: 2020
ISBN 9788872746738


compra questo libro sul sito 365bookmark

Il libro

La storia di Anna Bigoni inizia così: – Quando all’inizio degli anni ’60 i miei genitori decisero di andare in Australia in cerca di migliori condizioni di vita, io e mia sorella eravamo già nate, io avevo appena quattro anni e mia sorella due. – La storia personale e la storia di un territorio indissolubilmente legate dove la bellezza della natura fa da contrasto con i disagi economici di una generazione costretta ad emigrare, per non rimanere impigliata troppo a lungo in quella guerra tra poveri che si combatteva ogni notte nelle lagune, tra fiocinini, guardie vallive ed anguille. Anna, pur intendendo il dialetto ‘laghese’ che udiva in casa (ma interdetto dal padre) è conquistata dalla lingua inglese, scuola, amici, una nuova cultura, una nuova identità, un progetto professionale interrotto bruscamente dal ritorno in Patria, nel pieno dell’adolescenza. – Il dramma cominciò invece quando il padre decise di rimpatriare, vinto dalla nostalgia, per ritornare nel paese natale situato nel bel mezzo del nulla. – Una ferita che non si rimargina, addio agli amici, ai progetti di studio per una nuova difficile identità, una nuova lingua senza passione, un’estranea per i suoi conterranei. Questo è il primo libro di Anna, un libro pensato da tempo, che non poteva avere che due versioni, nelle due lingue madri. Vuole trasmettere la convinzione che la poesia guarisca l’anima ed aiuti a ritrovare quella sensibilità verso il nostro ambiente e le creature che con noi lo abitano.

Anna’s story begins like this. – When in the early 1960s my parents decided to go to Australia in search of better living conditions, my sister and I were already born, I was four years old and my sister two. – The personal history is the history of an inextricably linked territory, where the beauty of nature contrasts with the economic hardships of a generation forced to emigrate, in order not to remain entangled too long in the war between the poor that was fought every night in the lagoons, between harpoons, valley guards and eel fishers. Although Anna understands the ‘dialect’ that she heard at home (but forbidden to use by her father), she is conquered by the English language, school, friends, a new culture, a new identity, a professional project interrupted abruptly by the return home, in the middle of the adolescence. – The drama began instead when her father decided to return, overcome by nostalgia, to his hometown located in the middle of nowhere. – A wound that does not heal, goodbye to friends, to study plans for a new difficult identity, a new language without passion, a stranger to her parents’ homeland. This is Anna’s first book, a book for long thought about, which could only have two versions, in the two mother tongues that are those of Anna. She would like to convey the belief that poetry heals our soul and helps us rediscover that sensitivity towards our environment and the creatures that inhabit it.
Anna Bigoni